altre misure per la competitivita

Mini-IRES

L’imposta sul reddito delle società (IRES) è un’imposta proporzionale e personale che si ottiene tramite applicazione di un’aliquota unica, fissata al 24% dalla Legge di Bilancio del 2016. La Mini-IRES prevede lo sconto del 9% dell’IRES (e dell’IRPEF in alcuni casi) per la quota degli utili reinvestiti in nuove assunzioni o in acquisizioni di beni strumentali.

OBIETTIVO

Ridurre la pressione fiscale per le imprese che investono e assumo.

BENEFICI

Tassazione ridotta dal 24% al 15% per la parte corrispondente agli utili del periodo d’imposta precedente, conseguiti nell’esercizio di attività commerciali, accantonati a riserve diverse da quelle non disponibili, nei limiti dell’importo corrispondente alla somma:

  • degli investimenti effettuati in beni strumentali materiali nuovi di cui all’articolo 102 del Testo Unico;
  • del costo del personale dipendente assunto con contratto a tempo determinato o indeterminato.

Per poter fruire dell’incentivo previsto dalla Mini-IRES, occorre disporre nel bilancio relativo all’anno precedente di una quota di utili accantonati a riserve diverse da quelle che si considerano non disponibili. Il primo periodo d’imposta utile per l’applicazione del regime agevolato è il 2019 e a rilevare sono gli utili accantonati nell’esercizio 2018.

È, tuttavia, possibile riportare le eccedenze e conservare il beneficio nel tempo anche se gli investimenti sono effettuati in esercizi in perdita.

L’agevolazione è cumulabile con altri benefìci eventualmente concessi, ad eccezione di quelli che prevedono regimi forfetari di determinazione del reddito.

DESTINATARI

Società di capitali, enti non commerciali, cooperative.

MODALITA’ DI ACCESSO

Sia accede automaticamente in fase di redazione di bilancio.