focus

Credito d’imposta per le spese di formazione 4.0

Nella Legge di Bilancio 2018 è previsto un credito d’imposta per le spese di formazione per Industria 4.0 pari al 40% del costo del personale dipendente impiegato nei corsi di formazione. L’incentivo varrà in via sperimentale per il solo 2018. Le risorse stanziate sono 250 milioni €.

OBIETTIVO

Formare i lavoratori per Industria 4.0. Per essere competitive le aziende italiane si devono trasformare e innovare, nella consapevolezza che al di là di tecnologie e processi sono le persone con le loro competenze che possono fare vincere le sfide legate alla quarta rivoluzione digitale.  La formazione è una leva fondamentale per la riqualificazione e lo sviluppo delle competenze strategiche dei propri addetti.

BENEFICI

Il credito d’imposta è pari al 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui è occupato in attività di formazione 4.0. Oltre alle aree tecniche, sono comprese anche le aree marketing e vendite. Il credito d’imposta massimo concedibile per impresa beneficiaria è pari a 300.000€ per periodo d’imposta.

DESTINATARI

Tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano nonché dal regime contabile adottato, che effettuano spese in attività di formazione nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017. Il programma di formazione dovrà essere pattuito con i lavoratori.

MODALITA’ DI ACCESSO

Il credito d’imposta può essere utilizzato solo in compensazione, va indicato in dichiarazione dei redditi, non concorre alla formazione del reddito e della base imponibile IRAP. Sono previsti specifici obblighi di certificazione. Il decreto ministeriale dello Sviluppo Economico, di concerto con i dicasteri di Economia e Lavoro, disponibile entro 90 giorni dal primo gennaio 2018, conterrà le disposizioni applicative con particolare riguardo all’individuazione delle procedure di concessione e di utilizzo del beneficio e alla documentazione richiesta, all’effettuazione dei controlli e alle cause di decadenza e revoca del beneficio.