efficienza energetica

Direttiva Efficienza Energetica

Direttiva 2012/27/UE sull'Efficienza Energetica che modifica le Direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le Direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 4 luglio 2014, n. 102, di “attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, che modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE” , visualizza le novità introdotte.

Il 22 giugno 2011 la Commissione europea ha presentato ufficialmente una proposta per una Direttiva sull’Efficienza Energetica. Il difficoltoso processo di definizione del testo di legge si è chiuso il 14 giugno 2012 con il raggiungimento di un accordo tra Parlamento e Consiglio.

La nuova direttiva sull’efficienza energetica sancisce l’obiettivo di efficienza del 20% prevedendo misure vincolanti che contribuiranno a colmare il divario che l’UE deve risolvere per raggiungere il suo impegno in vista del 2020. Basandosi sul principio cardine che «l’energia che costa meno è quella che non si consuma», si cerca quindi di raggiungere quanto prefissato con l‘accordo sul pacchetto clima ed energia 20-20-20. che prevede, da parte dei paesi dell’Unione, la riduzione del 20% delle emissioni di gas serra, l’aumento dell’efficienza energetica del 20% e il raggiungimento della quota del 20% di fonti di energia alternative entro il 2020.

Il 14 novembre 2012 nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea (L 315 del 14/11/2012) è stato pubblicato il testo definitivo della Direttiva 2012/27/UE sull’Efficienza energetica.

La Direttiva è entrata ufficialmente in vigore il 4 dicembre 2012, mentre il recepimento delle relative disposizioni da parte degli Stati membri nel diritto nazionale è fissato entro il 5 giugno 2014.