DISPOSIZIONI LEGISLATIVE

Direttive di recepimento - Regolamento sulla gestione dei RAEE OJ RS No. 118/04 del 4 Novembre 2004 e successive modifica al Regolamento OJ RS No. 56/05 dej 10 Giugno 2005. - Regolamento sulle tasse ambientali OJ RS No. 114/04 del 22 Ottobre 2004 - Regolamento sui servizi pubblici OJ RS No. 118/04 del 4 Novembre 2004 La responsabilità del produttore è iniziata il primo Gennaio 2006 (probabilmente posticipata al 1° Luglio 2006. Infatti non sono ancora costituiti definitivamente i Sistemi Collettivi). RAEE domestici: Nessuna distinzione, almeno per ora tra RAEE nuovi e storici. Il Sistema di finanziamento è di tipo generazionale. I produttori pagano i costi di trattamento al Sistema Collettivo proporzionalmente alle proprie quote di mercato. Gli articoli 6 e 37 prevedono la possibilità per chi vende direttamente al consumatore la possibilità di rendere visibile il costo di gestione (visibile fee). Tuttavia ad oggi non è stata ancora implementata perché tra produttori e distributori non si è ancora trovato un accordo. E’ tuttavia prevista la fornitura di adeguata garanzia, nella forma di fideussione bancaria o polizza assicurativa, verso il Ministero dell’ambiente. I Sistemi Collettivi possono fornire la garanzia per conto dei propri membri. RAEE professionali: Per I RAEE professionali nuovi, il produttore è responsabile di gestire I propri rifiuti senza costi aggiuntivi per la raccolta dai distributori. L’articolo 9 prevede che questo obbligo sia in carico ai produttori/importatori per i prodotti da loro immessi sul mercato (comma 2), ma a carico dei distributori per i prodotti che loro stessi hanno venduto e che stanno in quael momento sostituendo con uno nuovo (comma 1). Per i RAEE professioanli storici, l’articolo 32 prevede che il distributore deve ritirarli se richiesto dal detentore, entro 3 settimane dalla vendita del nuovo prodotto.Il ritiro può essere rifiutato se il RAEE non viene consegnato entro 3 settimane dalla vendita del nuovo prodotto, se il nuovo prodotto non è equivalente (ovvero se è classificato in una categoria tra quelle dell’allegato IA diversa da quella del RAEE) o pesa meno della metà del RAEE. Marcatura: Cassonetto barrato: obbligo di apporre il cassonetto barrato, secono la EN50419, dal 13 Agosto 2005 sui prodotti sia domestici che professionali. Identificazione del produttore: Modalità non definite (non necessaria non essendo differenziati i RAEE nuovi da quelli Storici) Registro: Imprese estere o rappresentanti non possono registrarsi in Slovenia. Solo le entità legali con sede in Slovenia possono registrarsi. I Sistemi collettivi non possono registrasi come rappresentanti di imprese estere. Se un produttore estero vende direttamente a un utilizzatore professionali in Slovenia, l’utilizzatore deve registrarsi. Consumatori che acquistano all’estero devono conferire il rifiuto ai centri di raccolta previo accordo. I costi di questi prodotti sono finanziati dallo Stato tramite una “tassa ambientale”. Il numero di registrazione non deve essere riportato sulle fatture.  

REGISTRO

Ministry of Environment http://www.sigov.si/mop/en/ Emailinfo.mop@gov.si Modulo di iscrizione al link sottostante Persona di riferimento: peter.tomse@gov.si  

SISTEMI COLLETTIVI

ZEOS http://www.zeos.si/ SLOPAK http://www.slopak.si/ INTERSEROH www.interseroh-gruppe.de  

LEGISLAZIONE

Slovenia legislation 1.doc (38 Kb) Direttiva WEEE Slovenia legislation 2.doc (170 Kb) Modifica Direttiva WEEE