il servizio

Modifiche al Sistema SOA. La proposta dell’Autorità

Nuove categorie a qualificazione obbligatoria, più lavori super-specialistici: l'Autorità ridisegna la qualificazione

L’ANAC ha inviato al Ministero dell Infrastrutture e Trasporti la proposta di decreto attuativo dell’articolo 83, comma 2 del Codice dei contratti pubblici, contenente la revisione delle categorie per il sistema di qualificazione delle imprese esecutrici di lavori pubblici di valore superiore ai 150 mila euro.

La proposta, in linea con gli obiettivi di semplificazione e snellimento delle procedure previsti dal Codice, conferma lo schema attuale in tema di qualificazione ma introduce elementi di miglioramento finalizzati al superamento delle criticità connesse alla disciplina.

Tra le principali proposte di modifica contenute nella proposta di decreto si segnala la reintroduzione nell’elenco delle categorie a qualificazione obbligatoria di alcune categorie di opere specializzate ad oggi escluse (OS5, OS9, OS27).

Il testo passa ora al Ministero delle Infrastrutture per la definitiva formalizzazione. Prima dell’approvazione da parte del MIT, l’iter legislativo prevede il necessario parere favorevole del Consiglio di Stato e delle competenti commissioni parlamentari.

La fluidità del procedimento potrebbe essere compromessa dall’attuale situazione politica del Paese e dalle incertezze che ruotano intorno alla disciplina del settore degli appalti pubblici.

Federazione ANIE, lo scorso 28 marzo, ha inoltre incontrato l’Autorità per proseguire nell’opera di sensibilizzazione volta alla valorizzazione ed al riconoscimento del ruolo, sempre più centrale, della tecnologica nel settore degli appalti.

Per conoscere le principali novità contenute nella proposta di decreto si rimanda alla nota allegata.

Wildcard SSL
Wildcard SSL